PDA

Visualizza Versione Completa : Alitalia: Del Torchio nuovo CEO. Le sfide AirOne e FCO



Federico
12-04-2013, 20:42
Alitalia: Del Torchio in pole per incarico ad

Roma, 12 apr. - (Adnkronos) - Gabriele del Torchio in pole position per la nomina di amministratore delegato di Alitalia. A quando si apprende da fonti vicine al dossier e' infatti l'ad di Ducati il candidato a ricoprire l'incarico dopo le dimissioni dell'ex Ad Andrea Ragnetti nello scorso febbraio. Il dossier e' ancora, comunque, in via di definizione e le trattative sono tuttora in corso.

airblue
12-04-2013, 21:23
Alitalia: Del Torchio in pole per incarico ad

Roma, 12 apr. - (Adnkronos) - Gabriele del Torchio in pole position per la nomina di amministratore delegato di Alitalia. A quando si apprende da fonti vicine al dossier e' infatti l'ad di Ducati il candidato a ricoprire l'incarico dopo le dimissioni dell'ex Ad Andrea Ragnetti nello scorso febbraio. Il dossier e' ancora, comunque, in via di definizione e le trattative sono tuttora in corso.

Ecco andiamo bene... non l'hanno capito che devono prendere un veterano dell'aviazione... c'è Steve Ridgway, che ha appena lasciato Virgin Atlantic, sul mercato, prendano lui. Uno che è stato 23 anni con Richard Branson forse un pò ci capisce...

Federico
12-04-2013, 22:00
Ecco andiamo bene... non l'hanno capito che devono prendere un veterano dell'aviazione... c'è Steve Ridgway, che ha appena lasciato Virgin Atlantic, sul mercato, prendano lui. Uno che è stato 23 anni con Richard Branson forse un pò ci capisce...

Sicuramente puntare di un veterano all'estero sarebbe la scelta migliore, ma poi i sindacati...

airblue
12-04-2013, 22:03
Sicuramente puntare di un veterano all'estero sarebbe la scelta migliore, ma poi i sindacati...

Ma chi se ne frega dei sindacati, che voce in capitolo possono avere in un azienda prossima al secondo fallimento, dove se i soci non mettono liquidità entro il prossimo mese probabilmente non ci sono più soldi neppure per pagare gli stipendi?

airblue
12-04-2013, 22:04
Sicuramente puntare di un veterano all'estero sarebbe la scelta migliore, ma poi i sindacati...

Aggiungo che non è questione di puntare su un veterano in se, ma di puntare su qualcuno che capisce del business....

Federico
12-04-2013, 22:12
Ok, io sono completamente d'accordo con te. Ma penso che i sindacati riescano a fare una bella pubblicità negativa ad Alitalia, proprio quello che all'azienda non serve. Però effettivamente un CEO capace anche straniero sarebbe la soluzione migliore, ma dev'essere capace e in grado, anche lentamente, di risollevare Alitalia da questa situazione disastrosa.

airblue
12-04-2013, 22:15
Io pensavo a Steve Ridgway più che altro perchè ha gestito un vettore che ha sempre operato in un ambiente competitivo impegnativo, in cui i rapporti di collaborazione con vettori terzi sono sempre stati fondamentali e soprattutto ha un grande know how sul mercato e prodotto di lungo raggio, che è ciò su cui AZ deve puntare per poter avere un futuro.

Federico
12-04-2013, 22:24
Sicuramente il lungo raggio è il mercato su cui si deve puntare, generalmente quello di Alitalia va discretamente bene. Ma non dimentichiamoci che Alitalia ha in flotta 22 wide body e con un numero così limitato di aerei si fa quel che si può.

cesare.caldi
13-04-2013, 09:38
Ma chi se ne frega dei sindacati, che voce in capitolo possono avere in un azienda prossima al secondo fallimento, dove se i soci non mettono liquidità entro il prossimo mese probabilmente non ci sono più soldi neppure per pagare gli stipendi?

Ma non hanno appena approvato il prestito dei soci? Non basta ancora? Servono altri soldi?

tHOmMY
13-04-2013, 11:59
Del Torchio è un'ottima persona e un ottimo manager, ma non può guidare una compagnia aerea... Ad ognuno il suo settore.

Esattamente come un normale Presidente di Camera di Commercio non può fare il Presidente o il DG di un aeroporto...

I-DAVI
16-04-2013, 08:52
Del Torchio è un'ottima persona e un ottimo manager, ma non può guidare una compagnia aerea... Ad ognuno il suo settore.

Esattamente come un normale Presidente di Camera di Commercio non può fare il Presidente o il DG di un aeroporto...

straquoto il parallelismo.. :)

BAlorMXP
16-04-2013, 10:16
Ecco andiamo bene... non l'hanno capito che devono prendere un veterano dell'aviazione... c'è Steve Ridgway, che ha appena lasciato Virgin Atlantic, sul mercato, prendano lui. Uno che è stato 23 anni con Richard Branson forse un pò ci capisce...

Come non quotarti. Il grosso del problema è che, a livello dirigenziale, sono cariche destinate ad avere un certo consenso politico, senza il quale non ci si può muovere più di tanto. Ecco perché girano i soliti nomi e vi sono personaggi di pessima qualità che continuano a mandare all'aria numerose aziende. La questione di poltrona è troppo importante, ne salta una e l'effetto domino è garantito.

Federico
18-04-2013, 14:52
Alitalia, oggi s'insedia il nuovo ad Del Torchio

Il nuovo amministratore delegato Gabriele Del Torchio sarà nominato oggi dal cda dell'Alitalia, che si terrà in mattinata. Il manager, proveniente dalla Ducati, succede ad Andrea Ragnetti e a Rocco Sabelli ed è perciò il terzo a impugnare la cloche da quando la compagnia è passata a Roberto Colaninno e soci.

Del Torchio dovrà risollevare i conti, sui quali gravano perdite per 280 milioni di euro registrate a fine 2012, per cercare di agganciare il pareggio operativo entro quest'anno. L'ordine del giorno del cda è stato aggiornato proprio per il varo della nomina, ma verranno discussi anche gli altri punti, in particolare l'esame del consuntivo del primo trimestre e il budget, con le stime sul fatturato, e le nuove misure di contenimento dei costi, in particolare quello del petrolio.

In cassa, intanto, sono entrati i 95 milioni di euro del prestito soci convertibile, al quale hanno aderito però solo alcuni degli azionisti di Cai, Compagnia aerea italiana, visto che la soglia prevista inizialmente era di 150 milioni. Chi sceglierà di convertire in azioni di Alitalia si vedrà riconosciuto un premio del 30%.

http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201304180953287520&chkAgenzie=TMFI&titolo=Alitalia,%20oggi%20s%27insedia%3Cbr%3Eil%20 nuovo%20ad%20Del%20Torchio

Milano Finanza/Class CNBC

malpensante
19-04-2013, 10:06
Riuscirà Del Torchio a salvare Alitalia dal disastro?

Dopo un mese e mezzo di vuoto Alitalia ha un nuovo Amministratore Delegato, Gabriele Del Torchio che arriva carico di gloria dalla più prestigiosa delle case motociclistiche, la Ducati e ad un curriculum impressionante aggiunge la più umiliata delle linee aeree, alle prese con la lotta per la sopravvivenza. Un tipo tosto, Gabriele il Temerario, mi fa venire in mente V. Rossi, ma non il Valentino Rossi della Ducati, il Vasco Rossi di

Voglio una vita spericolata...
Voglio una vita, la voglio piena di guai!!!


Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/rotta-verso-il-mercato/riuscira-del-torchio-salvare-alitalia-dal-disastro#ixzz2Qqwv09K8

I-DAVI
19-04-2013, 10:11
Come ho gia' detto in un altro post, dovevano assumere come AD il Sig. Del Monte, sicuramente avrebbe fatto furori considerato che Alitalia e' alla frutta..

FlyIce
19-04-2013, 14:09
Come ho gia' detto in un altro post, dovevano assumere come AD il Sig. Del Monte, sicuramente avrebbe fatto furori considerato che Alitalia e' alla frutta..
L'uomo Del Monte ha detto no :D :D :D

DANYFI80
22-04-2013, 19:03
Questo articolo conferma che Air One ha portato più debiti che altro.

http://www.ilsussidiario.net/News/roma/2013/4/22/ALITALIA-AirOne-e-Fiumicino-la-doppia-sfida-che-attende-Del-Torchio/385305/

Federico
22-04-2013, 19:53
Se ne parla già qui: http://aviazioneitaliana.org/showthread.php?191-Alitalia-Del-Torchio-in-pole-per-incarico-CEO/page2

cesare.caldi
22-04-2013, 21:05
Nell' articolo postato si parla che Airone negli ultimi anni abbia apportato ad Alitalia centinaia di milioni di perdite, Colaninno dice che è intenzionato ad intervenire al piu' presto disfandosi della compagnia.

Federico
23-04-2013, 00:09
Nell' articolo postato si parla che Airone negli ultimi anni abbia apportato ad Alitalia centinaia di milioni di perdite, Colaninno dice che è intenzionato ad intervenire al piu' presto disfandosi della compagnia.

E sarebbe cosa buona e giusta.

malpensante
23-04-2013, 01:23
Questo articolo conferma che Air One ha portato più debiti che altro.

http://www.ilsussidiario.net/News/roma/2013/4/22/ALITALIA-AirOne-e-Fiumicino-la-doppia-sfida-che-attende-Del-Torchio/385305/
Articolo che lascia molto a desiderare. Che l' aumento delle tariffe di FCO sia un' entrata a gamba tesa su Alitalia è proprio una sciocchezza.

I-Alex
23-04-2013, 10:29
Nell' articolo postato si parla che Airone negli ultimi anni abbia apportato ad Alitalia centinaia di milioni di perdite, Colaninno dice che è intenzionato ad intervenire al piu' presto disfandosi della compagnia.

sono loro che hanno inventato la smart carrier... e dubito che 8/9 A320 possa affossare il gruppo, i problemi stanno altrove
Peraltro Airone poteva servire tutte le tratte fuori Linate, Fiumicino e Malpensa differenziandosi per un prodotto più low cost e con struttura meno rigida stile HOP o Germanwings

FlyIce
23-04-2013, 11:17
Nell' articolo postato si parla che Airone negli ultimi anni abbia apportato ad Alitalia centinaia di milioni di perdite, Colaninno dice che è intenzionato ad intervenire al piu' presto disfandosi della compagnia.
Sono numeri che non hanno senso.
La notizia è invece che si vogliano disfare di AirOne.
Finora c'erano solo rumors mai confermati.

airblue
23-04-2013, 12:45
Sono numeri che non hanno senso.
.

Concordo, anche perché realisticamente con 8 A320 fatturi poco più di 200 milioni all'anno, facendoli volare una media di 6 tratte al giorno tutti i giorni dell'anno, quindi attribuire ad AP centinaia di milioni di perdite è una sciocchezza.

AmikoFrizz
23-04-2013, 15:42
A questo punto, nominato l'AD, la partita si gioca sull'organizzazione interna, sempre che sia decisa in totale autonomia da lui. Sono curioso su chi mette sotto pressione Del Torchio.

cesare.caldi
23-04-2013, 23:02
Concordo, anche perché realisticamente con 8 A320 fatturi poco più di 200 milioni all'anno, facendoli volare una media di 6 tratte al giorno tutti i giorni dell'anno, quindi attribuire ad AP centinaia di milioni di perdite è una sciocchezza.

Forse il giornalista si è confuso voleva scrivere decine invece di centinaia che sarebbe piu' realistico, comunque se ci fate caso da quando è nata la nuova Airone smart carrier nei loro comunicati mai una volta hanno citato l'andamento economico della compagnia o dati di bilancio ma solo piu' o meno indicativi aumenti generici di pax sul network e questo lascia pensare...

malpensante
24-04-2013, 01:02
A me non hanno mai risposto a domande su AirOne.

DANYFI80
24-04-2013, 11:36
Caffé con il direttore "Alitalia, il brand resiste"

Stile americano, una grande passione per il calcio e la voglia di riportare in alto Alitalia.


Gianni Pieraccioni, 53 anni anni romano, dall'agosto del 2012 guida la divisione commerciale della compagnia aerea "a testa bassa. Perché dobbiamo correre e riprenderci il terreno perso nelle passate stagioni". Una battaglia difficile con una situazione economica che non ti lascia spazio e ti salta alla gola tutti i giorni.

Pieraccioni sorride e ti racconta che su questo complicato mondo del trasporto aereo servirebbe un'iniezione di novità. Forse portando qualcosa delle sue vecchie esperienze nei beni di largo consumo e di lusso.

Un bel salto dalla Procter&Gamble e dal Gruppo Averna agli hangar di Alitalia. Cosa ha trovato?
Un settore complesso, troppo chiuso in certe situazioni. Forse è necessario fare tutti una riflessione.

Tipo rimettere il cliente al centro?
Appunto. Riportiamo il passeggero al centro dell'attenzione seguendo altri settori. Possiamo e dobbiamo farcela.

Cosa state facendo per fare risollevare il brand di Alitalia?
Lavoriamo su politiche commerciali aggressive.

Ormai gli spazi sono ridotti all'osso…
Serve flessibilità e grande attenzione alla clientela. Non mi stufo di ripeterlo.

Nelle ultime stagioni la compagnia ha perso un certo appeal e i risultati sono stati negativi. Il brand vale ancora?
Forse abbiamo perso smalto ma il fascino di Alitalia esiste ancora, mi creda. Su questo bisogna lavorare.

Quindi pensa a una campagna di largo respiro con il marchio al centro?
Penso che sia necessario risvegliare la passione e la voglia di essere italiani.

Però i numeri non lasciano spazio. Bisogna tornare a crescere…
Lo stiamo facendo con un grande sforzo da parte di tutti. Applicando tariffe giuste e senza rincorrere le linee a basso costo.

Che comunque in molti casi macinano numeri. Dura riprendersi il traffico perso?
Ci stiamo provando con grande applicazione. Come le dicevo prima la flessibilità e l'attenzione al pax lasciano intravedere segnali positivi.

Prima o poi vi toccherà sedervi al tavolo con Trenitalia. Accordi possibili?
Non so nulla di questo e non ho trattato niente su questo fronte. Sono concentrato sulle nostre iniziative.

Dopo quasi un anno cosa pensa del mondo della distribuzione tradizionale?
Penso che le agenzie di viaggi siano un valore aggiunto per tutti. Le adv possono guidare la scelta del passeggero e per questo noi vogliamo migliorare ancora la partnership.

Un suo sogno per la compagnia?
Fare rinascere la voglia di viaggiare italiano e riportare gli stranieri in Italia.

Non sarà facile.
Vero ma ci proviamo tutti i giorni e in alcuni casi sacrifichiamo anche la nostra vita privata.

Una missione allora…
Diciamo che non ci manca l'adrenalina e ogni tanto dimentichiamo le nostre passioni.

Lei rinuncia al calcio per esempio…
Ecco, ci siamo capiti.

TTGITALIA

BAlorMXP
24-04-2013, 13:07
Assoluta stima per la frase "Penso che sia necessario risvegliare la passione e la voglia di essere italiani."
Altra perla "Fare rinascere la voglia di viaggiare italiano e riportare gli stranieri in Italia.", alias ci frega solo del mercato che viene da fuori, quello interno lasciato al caso.

FlyIce
24-04-2013, 13:49
... "Fare rinascere la voglia di viaggiare italiano e riportare gli stranieri in Italia.", alias ci frega solo del mercato che viene da fuori, quello interno lasciato al caso.
Non lo interpreto necessariamente così, la prima parte è un po' più vaga della seconda.

Certo che il servizio di bordo attuale ed il personale mediamente più scazzato che non, di certo non aiutano a raggiungere gli obiettivi.

In definitiva mi sembra che ancora non abbiano in mente un'identità chiara per AZ: full service, low price, low frills?