PDA

Visualizza Versione Completa : 19/3 Ryanair entra nei gds: Passo storico verso le agenzie



charliedelta
22-01-2014, 11:27
I gds confermano: trattative in corso con Ryanair

I gds confermano: sono in corso colloqui con Ryanair che vorrebbe tornare a vendere anche nelle agenzie di viaggi – come faceva fino a una decina di anni fa – pur mirando soprattutto al business travel. Scelta che si integra con quella di entrare nel motore di flight search di Google, annunciata come di consueto da Michael O’Leary con grande enfasi e qualche imprecisione, e subito ridimensionata dal nuovo partner.

Sabre: «un’ottima notizia per il business travel»
Intanto a quanto pare un portavoce di Sabre ha confermato con i media specializzati negli Usa: «La decisione di Ryanair ci sembra un’ottima notizia per il business travel: non vediamo l’ora di parlarne per vedere come possiamo aiutare Ryanair a raggiungere più viaggiatori d’affari». E ha confermato anche un portavoce di Amadeus: «Abbiamo avuto contatti con Ryanair. Ma non è nella nostra policy commentare o fornire informazioni su trattative confidenziali».

In Amadeus già 70 tra ibridi e low cost
Amadeus distribuisce già una settantina di vettori tra low cost e ibridi, che – dicono i dati del gds europeo – solo nella seconda metà del 2013 hanno visto crescere la loro quota di booking in agenzia di oltre il 31%, e di quasi il 26% nella prima metà dell’anno. Resta solo un solido no-comment di Travelport.

Nuovi incarichi nel senior management
Intanto Ryanair annuncia una raffica di nuovi incarichi nel senior management, tutti effettivi dal primo di febbraio. Tra gli altri: David O’Brien già director of operations, diventa chief commercial officer. Kenny Jacobs, in arrivo da Moneysupermarket Plc, è il nuovo chief marketing officer; Peter Bellew, già vice direttore flight operations, assume la guida di sales & marketing; a Dara Brady Ryanair affida il web development; infine l’annunciato incarico a Lesley Kane, già a capo di sales & marketing, a cui ora è affidato il nuovo segmento groups & corporate sales.

Un altro passo, come ha commentato lo stesso O’Leary, verso l’obiettivo di 110 milioni di passeggeri l’anno entro i prossimi cinque, mentre si conferma per l’estate l’apertura di sette nuove basi: oltre che a Roma Fiumicino anche a Palermo, Catania e Lamezia, in Grecia a Salonicco e Atene, e in Belgio a Zaventem.

http://www.lagenziadiviaggi.it/notizia_standard.php?IDNotizia=173859&IDCategoria=2425

Michele-TRN
11-03-2014, 14:06
Ryanair entra nei gds Passo storico verso le agenzie

Ryanair compie un altro passo verso la distribuzione con un accordo impensabile fino a un anno fa.

Il vettore low cost guidato da Michael O'Leary entrerà in una piattaforma gds grazie all'intesa siglata con Travelport. Da oggi le agenzie di viaggi potranno così accedere a tutte le tariffe Ryanair e ai prodotti e tariffe ancillari con un approccio graduale, a partire dal 19 marzo.

“Più del 22 per cento dei nostri clienti già scelgono Ryanair per il business travel – evidenzia Kenny Jacobs, chief marketing officer della compagnia - e ci aspettiamo che questa percentuale cresca ancora, dal momento che questa partnership permette ai reparti aziendali che gestiscono i viaggi, alle agenzie di viaggio specializzate in business travel e alle aziende in generale di avere un accesso ancora migliore alle basse tariffe e alle rotte di Ryanair”.

Nelle scorse settimane i vertici del vettore avevano a più riprese anticipato l'intenzione di completare il lavoro di avvicinamento alle agenzie di viaggi anche attraverso l'accesso alle piattaforme gds, segnando così una svolta epocale nel business di Ryanair. "Nei prossimi mesi lavoreremo insieme per individuare nuove opportunità – dice Silvio Paganini, general manager Italia e Malta di Travelport - e introdurre la loro ampia scelta di voli e servizi ancillari alle agenzie di viaggio nostre clienti in tutto il mondo”.

[TTG]

Fontanarossa
11-03-2014, 16:31
chi l'avrebbe mai detto...

Bario
11-03-2014, 16:36
Ormai sono diventati grandi....

tHOmMY
11-03-2014, 16:59
Certo che sembrano passati secoli da quando vigeva il terrorismo verso certi sistemi e avevano il sito blindato da Captcha.

Peppi
11-03-2014, 18:27
Certo che sembrano passati secoli da quando vigeva il terrorismo verso certi sistemi e avevano il sito blindato da Captcha.

giusto qualche mese fa. Forse adesso si stanno accorgendo che se vogliono passare anche loro il periodo nero devono perseguire strade diverse dalla sola vendita attraverso il loro sito.

Dringo
27-03-2014, 14:10
Non stressiamo più la gente, avevamo promesso che saremmo cambiati e lo abbiamo fatto». Michael O’Leary, amministratore delegato di Ryanair. Nei prossimi tre mesi il vettore irlandese semplificherà ancora il sito internet, implementerà l’applicazione per i telefonini e, per la prima volta nella sua storia, lancerà una campagna pubblicitaria televisiva in Italia, Gran Bretagna, Irlanda e Spagna. Il piano di attacco di Ryanair contro la crisi è «digital, social e mobile» e conta diversi milioni di euro. Arrivata ormai a 186 aeroporti serviti, 81,5 milioni di passeggeri (l’obiettivo è arrivare a 110 milioni nei prossimi 5 anni) e 1.600 tratte, a fine 2013 il vettore irlandese aveva annunciato due «profit warning» (stime di taglio sugli utili) che avevano fatto preoccupare non poco il mercato. Subito dopo però la svolta: posti pre-assegnati, voli silenziosi, modifiche al sito web, apertura alle agenzie di viaggio e ai tour operator. Ieri l’annuncio ufficiale: il piano è quello di triplicare gli investimenti nel marketing e nel digitale, che passeranno dai 12 milioni di euro del 2013 ai 36 di quest’anno.
«Per 25 anni abbiamo offerto voli a bassissimo costo e andava bene così, ora il nostro business comincia a evolversi», ha spiegato O’Leary. La tabella di marcia prevede il nuovo sito internet entro il 10 aprile (con ricerca delle destinazioni in base ai prezzi dei biglietti), pubblicità in tv da metà mese prossimo e nuova app entro giugno. «Attualmente il 32% degli accessi al nostro sito arriva da mobile - ha aggiunto Kenny Jacobs, chief marketing officer di Ryanair - la nuova app consentirà di prenotare un volo in meno di un minuto e di avere una carta di imbarco digitale». I modelli di successo citati sono colossi come H&M e Ikea. «Anche loro hanno cominciato con il low cost e poi hanno sviluppato il loro business diventando brand conosciuti in tutto il mondo» ha spiegato il manager, che ha annunciato anche pacchetti volo per famiglie e premi fedeltà per i passeggeri «frequent flyer». La svolta “gentile” di Ryanair prevede anche la possibilità di scaldare il latte in volo per i più piccoli.
Il tentativo insomma è quello di cambiare l’immagine della compagnia e del suo Ceo O’Leary che in conferenza stampa su uno schermo ha proiettato una sua foto senza smorfie, sorridente e insieme a un chihuahua. Un’apertura al trasporto degli animali? «Non esageriamo - ha risposto - in passato abbiamo perso un gatto a Bergamo e un serpente in Sicilia. Ora accettiamo solo cani per non vedenti». Sulla possibilità di offrire voli per gli Stati Uniti a dieci euro, O’Leary ha chiarito: «Non ci saranno aeromobili disponibili per questo tipo di offerte almeno per i prossimi cinque anni. Ma in futuro se Ryanair lo proporrà, sarà tramite una consociata intercontinentale».
Fonte: Corriere.it

Michele-TRN
27-03-2014, 20:04
Il 19/3 é passato: i voli FR sono sui GDS come sopra indicato?

rosanerofan
27-03-2014, 21:39
Il 19/3 é passato: i voli FR sono sui GDS come sopra indicato?

su google flight search i volo FR sono disponibili. Su amadeus.net non risultano ancora.

Michele-TRN
11-12-2017, 22:48
Ryanair non distribuirà più i propri voli attraverso Amadeus a partire dal prossimo 15 dicembre, quando terminerà il contratto con il gds. È stata la stessa compagnia low cost ad annunciare la decisione, spiegando che le parti non sono riusciti a raggiungere un’intesa per il rinnovo della partnership.

L’intesa tra le parti risaliva al mese di settembre del 2014, quando aveva fatto scalpore la scelta della compagnia guidata da Michael O’Leary di tornare sui gds come parte del programma di avvicinamento anche al mondo della distribuzione tradizionale come canale di vendita alternativo a quello diretto.

Ryanair e Amadeus proseguiranno però con un’altra forma di collaborazione con l’utilizzo della piattaforma Navitair, che fa parte appunto del gruppo Amadeus. Restano invece operative le intese del vettore low cost con gli altri due gds, Travelport e Sabre.

TTG