PDA

Visualizza Versione Completa : Capitali russi e turchi per Levaldigi



MikeAlphaTango
19-04-2013, 10:49
Soldi russi, attraverso una società turca, per il piccolo aeroporto di Cuneo Levaldigi. Nella pianura tra il capoluogo della Granda e Savigliano, il «Cuneo Alpi del Mare» è fra i quindici scali italiani considerati a rischio dal piano del ministro Passera. Ma ora la «lettera d’interesse» della società internazionale potrebbe non solo salvarlo, ma anche dargli una nuova impronta. Turistica e di traffico cargo.

Il nuovo ingresso - che potrebbe riguardare fino al 66% delle quote - comporterà un investimento di un paio di milioni di euro. Il nome del magnate? Coperto dalla riservatezza, una «clausola richiesta espressamente per andare avanti», come spiega Ferruccio Dardanello, presidente nazionale di Unioncamere e della Camera di commercio di Cuneo, secondo azionista dello scalo (con il 19,8%).

L’imprenditore avrebbe già interessi economici in provincia di Cuneo. E l’acquisizione di un ruolo importante nel piccolo aeroporto sarebbe funzionale a completare le sue attività. Dal punto di vista turistico e del traffico merci. Il gruppo internazionale spazia dall’energia al ramo aeroportuale, compresa la gestione di uno scalo extraeuropeo che movimenta milioni di viaggiatori.

L’investitore chiede la concessione ventennale per «investire a casa propria». Un’autorizzazione che la Geac ha chiesto da due anni e dopo il via libera dell’Enac (Ente nazionale aviazione civile) e del ministero delle Infrastrutture, giace al ministero dell’Economia.

Da Cuneo l’anno scorso hanno viaggiato 236 mila passeggeri. Su quindici destinazioni, soprattutto verso l’Europa dell’Est. E il 2013 è iniziato con un aumento del traffico oltre il 10%. Perché, pur nel piccolo, Levaldigi è uno dei pochi scali in Italia a segnare da tempo un incremento costante dei passeggeri. Il vero problema: la mancanza di finanziamenti per garantire la gestione. Perché i soci principali (pubblici) non hanno più soldi nei loro bilanci per assicurare 1,3 milioni di euro l’anno come copertura della perdita d’esercizio, attendendo il pareggio, ipotizzato a breve. La soluzione? Un partner privato disposto a investire per dare un futuro all’infrastruttura, dove lavorano 32 persone (ed è costata dalla nascita qualcosa come 52 milioni di euro). Partner che ora ha manifestato la disponibilità a entrare nella compagine azionaria dell’aeroporto e della sua società, la Geac. L’«Alpi del Mare» conta 62 soci tra enti pubblici di riferimento (tra cui la finanziaria della Regione, Finpiemonte partecipazioni, e la Provincia di Cuneo) e «micro» partecipazioni private. «Ci pare una opportunità concreta per una soluzione positiva a un problema che si trascina da troppo» dice Federico Borgna, sindaco di Cuneo, che con il 6% è il maggior Comune azionista.

(http://www.lastampa.it/2013/04/19/economia/soldi-russi-e-turchi-per-l-aeroporto-di-levaldigi-kP8rmL4AQVpixzLeMMHdhK/pagina.html)

malpensante
19-04-2013, 10:59
Levaldigi è uno dei pochi scali in Italia a segnare da tempo un incremento costante dei passeggeri. Il vero problema: la mancanza di finanziamenti per garantire la gestione. Perché i soci principali (pubblici) non hanno più soldi nei loro bilanci per assicurare 1,3 milioni di euro l’anno come copertura della perdita d’esercizio, attendendo il pareggio, ipotizzato a breve.
http://www.gifmix.net/smiley.php?image=puking-smilies/17.gif

I-DAVI
19-04-2013, 11:03
Alla faccia della trasparenza.. :)
Scusate l'ignoranza.. ma essendo un aeroporto gestito con capitale pubblico non dovrebbero realizzare una gara d'appalto trasparente in tutto per tutto?
Oppure va bene che prendano 2 milioni da un Russo qualsiasi indifferentemente che sia un uomo onesto, un mafioso, un trafficante d'armi, di droga o di persone? :confused:

MikeAlphaTango
19-04-2013, 11:15
Oppure va bene che prendano 2 milioni da un Russo qualsiasi indifferentemente che sia un uomo onesto, un mafioso, un trafficante d'armi, di droga o di persone? :confused:

Quando stai per affogare non guardi chi ti porge una mano alla quale aggrapparsi. E Levaldigi non solo sta per affogare ma sta tirandosi a fondo tutti quelli che finora hanno tentato di tenerlo a galla.

In ogni caso prenderei queste notizie con le molle, non vorrei che fosse un'ulteriore bufala per prendere tempo con i vari soci che sembra stiano perdendo la pazienza (oltre a tanti soldi...)

tHOmMY
20-04-2013, 19:35
Mi ricordano così tanto le notizie che arrivavano da Forlì...

Michele-TRN
20-04-2013, 22:07
È da anni che si legge di benefattori arabi o russi o turchi per CUF, RMI, PMF... Finora assegni 'pesanti' non se ne sono visti, alla fine é quello che conta.
L'unico benefattore di mia conoscenza é Aga Khan che continua a buttare soldi in IG..

Michele-TRN
22-04-2013, 16:39
In attesa del benefattore turco, domani esordisce il Marrakech di Ryanair: 186 prenotati, chiaramente saranno tutti cuneesi.
Questo é stato l'ultimo regalo di Benetton a CUF, quel volo doveva venire a TRN.

malpensante
22-04-2013, 17:54
Faranno conoscere ai musulmani marocchini la meraviglia del cioccolato al rum.