My Personal Aviation Blog

Droni questi sconosciuti

Rate this Entry
É entrata ormai da marzo 2015, il regolamento ENAC che riguarda i SAPR(Sistemi aerei a Pilotaggio remoto) anche volgarmente chiamati droni. Al momento quello che é chiaro riguarda il fatto che per poter lavorare e ottenere un compenso economico é necessario avere una abilitazione come pilota di droni oltre ad essere riconosciuto come operatore di droni.

Senza questi due titoli non é possibile lavorare con i droni o SPR(sistemi a pilotaggio remoto). Nel caso in cui si voglia usare il drone solo per divertimento non é necessario seguire questi corsi, ma si puó volare con il drone solo all'interno di campi volo come aeromodellista. In realtá questo é piú un limite teorico perché raramente viene rispettato quindi nessuno si sorprende se vede qualche drone in mano a persone nel mezzo della cittá o in porti o stazioni di alcune grandi metropoli.

Tutto va bene, fino a quando non succedono eventi o situazioni pericolose, in questi casi si rischia ammende fino a 10.000 € o condanne che raggiungono anche una anno di reclusione.

Per non avere problemi basta ricordare che bisogna volare solo in zone non popolate ad almeno 150 metri da agglomerati urbani o 50 metri da assembramenti di persone. Non si puó ricevere compensi economici se non si é un operatore di droni. Bisogna evitare di volare negli ATZ e restare a almeno 8 km dal perimetro di un aeroporto o dai sentieri di decollo e atterraggio.

Il regolamento ENAC per SAPR non si applica ai droni di stato (forze dell'ordine o militari) oppure nei luoghi chiusi. Non é necessario avere alcun attestato se si vola in luogo chiuso detto anche spazio indoor, ma se succede qualcosa é un problema del pilota e del proprietario dell'immobile. Non si applica nemmeno il regolamento ai palloni aerostatici con cavo di ritenuta.

Se invece si vuole imparare a volare in modo professionale un drone e conoscere il regolamento da seguire é conveniente seguire un corso fatto da una organizzazione riconosciuta da ENAC come scuola droni.

Prima di iniziare qualsiasi corso conviene essere sicuri di poter ottenere il certificato medico di Classe II, che é necessario per poter ricevere l'attestato di pilota di droni da parte di ENAC. Questo é lo stesso certificato necessario per poter iniziare un corso per conseguire la licenza di pilota privato. Conviene farlo in anticipo cosí da essere sicuri di non avere problemi di salute quando ormai si é finito il corso.

Altrimenti rimane sempre una possibilitá semplice, semplice: quella di stare a casa e non volare che elimina alla radice qualsiasi problema.

Updated 28-10-2017 at 14:48 by bracket

Categorie
Curiositá Aeronautiche

Comments