My Personal Aviation Blog

I 10 aerei di linea più pazzi che abbiano mai volato

Rate this Entry
Nome: dassault_falcon_20_afterburner.jpg
Visite: 12
Dimensione: 80.8 KB

L'attuale generazione di aerei di linea è il risultato di decenni di ottimizzazione. Combinano velocità, capacità, economia e sicurezza nel pacchetto perfetto in grado di portare profitto. Tuttavia, non sono un po' troppo simili, prevedibili e... noiosi? Tuffiamoci nel mondo degli esperimenti e troviamo gli aerei di linea più pazzi che siano mai esistiti!

Naturalmente, la definizione di aereo di linea è un po' vaga, quindi, dovremo delineare quali caratteristiche deve avere un aereo per essere considerato tale. La capacità di trasportare almeno 10 passeggeri è la prima, dato che perché una compagnia aerea possa utilizzarlo, è necessario un numero simile. Business jet, aerei di servizio e simili sono contati se hanno una capacità sufficiente e possono fornire (o avrebbero potuto fornire) un livello di comfort degno di un aereo di linea.

Inoltre, solo gli aerei che hanno avuto prototipi operativi costruiti sono accettati, se quei prototipi hanno mai trasportato passeggeri o no. Tutti i folli progetti non realizzati, come gli aerei di linea di Bel Geddes, sono una storia per un altro giorno.

Il criterio per classificare gli aerei di linea è semplice: più non convenzionale, insolito e pazzo è l'aereo, più in alto è classificato.

Bonus round!

Aerei di linea che sono stati quasi costruiti:

Dornier Do-231, versione civile del trasportatore militare tedesco VTOL Do-23, che quasi entrò in produzione.

Boeing 767-611, variante quasi-sonica di forma insolita di un normale 767.

FMA IA 36 Cóndor, aereo di linea a medio raggio argentino con cinque motori situati in un cerchio intorno alla fusoliera.

Mikoyan-Gurevich Mig-25 business jet: sì, c'erano piani per trasformare il caccia più veloce del mondo in un aereo di linea.

E ora, per il nostro piatto principale.



10. Saunders-Roe SR.45 Princess

Saunders-Roe SR.45 Princess AeroTime News

Un maestoso decollo (o atterraggio) (Foto: SDASM / Wikipedia)

Immaginate il Boeing 377, ma... una barca volante. Il Princess era il più grande battello volante interamente in metallo mai costruito, e intendeva continuare la tradizione prebellica di lussuosi aerei di linea basati sul mare. Ma l'era dei jet era proprio dietro l'angolo e il lavoro non andò mai oltre un prototipo, poiché gli aerei di linea terrestri erano molto più convenienti. Anche due varianti ancora più grandi con motore a reazione - P.131 Duchess e P.192 Queen - furono brevemente in sviluppo.



9. Dassault Falcon 20 con postbruciatore

Dassault Falcon 20 con postbruciatore AeroTime News

Era solo un test, ma che spettacolo! (foto: Dassault / atf3.org)

I business jet sono veloci. Ma uno di loro era ancora più veloce. Alla fine degli anni '80, sono stati fatti degli esperimenti con il motore da combattimento TFE1042 dell'ITEC su uno degli aerei della Dassault. I postbruciatori iniettano carburante nel combustore del motore, aumentando drasticamente la spinta. Di solito sono usati dai jet da combattimento ed è dubbio che un normale jet d'affari possa mai entrare in produzione con uno di questi.



8. Yakovlev Yak-40 M-602

Yakovlev Yak-40 M-602 AeroTime News

Anche questo era solo un test. (foto: Roman Frignani / planes.cz)

Questo ottiene la sua posizione solo sull'aspetto. Si tratta di un normale trijet sovietico Yak-40 con un turboelica M-602 montato nel naso. Di cos'altro hai bisogno?



7. Antonov An-714

Antonov An-714 AeroTime News

Atterraggio morbido portato a un livello completamente nuovo (foto: airwar.ru)

Un altro esperimento sovietico, volto a testare la fattibilità dell'utilizzo di cuscini d'aria per hovercraft al posto di un carrello di atterraggio. Un tale aggeggio permetterebbe ad un aereo di atterrare su terreni accidentati, portando il servizio aereo nelle regioni più remote dell'Unione Sovietica. Furono costruite diverse varianti basate sull'aereo di servizio An-14, con l'An-714, che sfoggiava tre cuscini, probabilmente il più folle di essi.



6. Dornier Do X

Dornier Do X

Notate entrambe le eliche puller e pusher. L'aereo aveva 12 motori in totale. (foto: archivi federali tedeschi / Wikipedia)

Era un esempio monumentale, ma alla fine fallito, del glamour delle barche volanti prebelliche che la Saunders-Roe Princess doveva emulare. Il più grande aereo del suo tempo, Do X fu costruito in Germania alla fine degli anni '20 e completò un paio di voli transatlantici, ma i piani di produzione di massa non furono mai realizzati a causa della Grande depressione. Due aerei fratelli ancora più grandi - X2 e X3 - furono costruiti in Italia ed ebbero un successo leggermente maggiore.



5. Wing Ship Technology WSH-500.

Wing Ship Technology WSH-500 AeroTime News

Due caratteristiche dei super-ricchi - uno yacht e un aereo privato - fusi in uno. (foto: Wing Ship Technology)

In senso stretto, non è un aereo. E nemmeno una barca. È una via di mezzo, un veicolo ad effetto ala nel terreno (WIG) (noto anche come ekranoplan), progettato per utilizzare l'effetto suolo per essere veloce quasi quanto un aereo e efficiente quasi quanto una barca. Eppure vola, quindi i veicoli WIG sono comunemente considerati come aerei. Pochissimi di loro sono sul mercato commerciale, e oltre ad essere uno, WSH-500 ha anche una capacità di un aereo di linea e l'aspetto di qualcosa uscito da un film di fantascienza.

4. Fairey Rotodyne

Fairey Rotodyne AeroTime Notizie

La variante di produzione doveva essere più grande di questo prototipo (foto: Johannes Thinesen / Wikipedia)

Gli elicotteri, grazie alla loro capacità VTOL, sono ottimi per i viaggi aerei. Ma sono lenti e terribilmente inefficienti. Gli autogiri, le cui pale del rotore generano la portanza sfruttando l'autorotazione, sono molto meglio in questo senso. Da qui il tentativo della Fairley Aviation di fare un aereo di linea basato su questo schema. Alla fine fallì, ma il risultato fu comunque un prototipo maestoso.



3. Burnelli UB-14

Burnelli UB-14 AeroTime News

UB-14 (foto: Le Pontentiel Aérien Mondial 1936 / Wikipedia)

I progetti di fusoliera sollevabile di Burnelli non hanno avuto successo al momento, ma hanno raccolto una sorta di seguito di culto dai fanatici dell'aviazione. L'UB-14 fu uno dei diversi aerei di linea costruiti utilizzando la visione dell'ingegnere di utilizzare la fusoliera come un'altra ala, con il risultato di una forma molto insolita. Uno dei prototipi fu usato da Charles de Gaulle come suo trasporto personale, mentre altri divennero oggetto di una delle più folli teorie di cospirazione nel mondo dell'aviazione. A proposito, un sacco di esperimenti con uno schema simile sono stati fatti al momento - tra cui quasi identica proposta sovietica Zlokazov ARK-Z-1 aereo di linea - ma sono stati ritenuti inferiori alla disposizione classica degli aerei.



2. Kalinin K-7

Kalinin K-7 AeroTime News

Purtroppo, questa foto non rende giustizia all'aereo. Sentitevi liberi di cercarlo su Google, ma fate attenzione a una moltitudine di falsi CGI sovradimensionati. (foto: airwar.ru)

Un'intera lista potrebbe essere riempita con gli enormi aerei che i sovietici stavano costruendo negli anni '30. Questo posto avrebbe potuto essere preso dal Tupolev Ant-20 Maksim Gorky, lo sfortunato aereo di propaganda sovietico, o dal Tupolev G-1, bombardiere pesante TB-1 trasformato in aereo di linea dopo la guerra. Invece, dobbiamo dare credito al più pazzo di tutti: K-7, con il suo massiccio carrello di atterraggio, la fusoliera incorporata nell'ala, e un'apertura alare da Boeing 747. Il K-7 era un aereo davvero unico, costruito per occupare un ruolo di aereo di linea, un trasportatore e un bombardiere pesante. La versione passeggeri avrebbe avuto altri due motori aggiunti nei baccelli del carrello di atterraggio, ma i piani furono abbandonati dopo l'incidente del prototipo.



1. Caproni Ca.60

Caproni Ca.60 AeroTime News

Immaginate un volo transatlantico su uno di questi (foto: Wikipedia)

Da dove partire? Il Ca.60 aveva nove ali, otto motori, 100 passeggeri e un volo di prova di successo prima di schiantarsi nel lago, disintegrandosi nel processo. Inteso come il primo aereo di linea transatlantico, l'aereo era incredibilmente complesso e incredibilmente costoso per il suo tempo. L'unico prototipo fu completato nel 1921, come progetto di passione del famoso progettista di aerei italiano Gianni Caproni, che immaginava un futuro in cui enormi aerei di linea avrebbero permesso a centinaia di persone di viaggiare in tutto il mondo a grande velocità. Un'idea folle, vero? Beh, i mezzi per realizzare un tale sogno semplicemente non c'erano all'inizio degli anni '20, e il risultato fu l'aereo di linea più pazzo di tutti i tempi.

Updated 17-10-2021 at 14:20 by bracket

Categorie
Curiositá Aeronautiche ,‎ Notizie

Comments