My Personal Aviation Blog

Putin non cede ? Si danneggia cosí---

Rate this Entry
Se il russo non cede e sei un gruppo di plutocrati, la cosa migliore da fare é unirsi per danneggiarlo. La soluzione al momento piú utile allo scopo é stato quella di ridurre il prezzo del petrolio a livelli sempre piú bassi.

Questa é una bella notizia per le nostre tasche, ma non tanto per l'economia russa e quella mondiale. Quasi sempre quando viene iniziata una guerra di tipo commerciale questa puó a volte portare a scenari non sempre idilliaci.

Andiamo per punti, in molti conoscono le cosidette sette sorelle. Un cartello di sette importanti compagnie petrolifere in grado di fissare e imporre un prezzo del petrolio a livello mondiale. Alcune delle piú importanti compagnie petrolifere presenti in questo seletto gruppo sono : B.P. e Shell anche chiamata Dutch Royal Shell.

B.P. é l'acronimo di British Petrolium, una compagnia inglese la cui maggioranza é sotto il controllo della famiglia reale inglese attraverso il sistema delle scatole cinesi. La Shell é sotto il controllo del famiglia reale olandese, con una quota di minoranza gestita e controllata dalla famiglia reale inglese. Entrambe le famiglie reali sono legate da una forte parentela. La regine Elisabetta é la cugina della ex Regina di Olanda.

Entrambi i gruppi non sono molto a favore dell'importante ruolo che la Russia inizia ad avere nel mondo delle fonti energetiche. Questo fastidio si é incancrenito nel momento in cui la Russia si é messa indirettamente a difesa del regime di Assad nella guerra civile attualmente in corso nel paese. É ormai di dominio pubblico che molti dei gruppi ribelli sono sponsorizzati e aiutati dal denaro proveniente dalla famiglia reale Saudita che voleva creare una linea per il trasporto del gas dallo stato arabo fino in Europa e farlo passare attraverso il territorio siriano per ridurne i costi di costruzione e di tempo necessario per il trasporto.

Questo progetto coinvolgeva sia la BP.. che Shell assieme alle compagnie petrolifere della famiglia saudita. Russia sarebbe stata danneggiata da questa mossa oltre a perdere un importante alleato per le sue basi mediterranee che possiede nella zona della Siria. Non sorprende che ci sia una vera e propria guerra fredda in corso, in cui la Russia gioca un ruolo difensivo e dove Putin mostra chiaramente segni di non avere alcuna paura nel giocare.

La caduta del petrolio in questi ultimi tempi, é dovuto alla riduzione dei consumi indirettamente dovuti a una economia che non riparte, ma anche dal fatto che sia la famiglia reale saudita cosí come le 7 sorelle sono intenzionate ad aumentare la quantitá di petrolio presente sul mercato al solo scopo di ridurne il prezzo per danneggiare pesantemente l'economia Russa che si basa fortemente sulla vendita delle sue risorse energetiche in Europa e nel mondo.

Russia e Putin sembrano non preoccuparsi troppo di queste mosse in quanto sono in grado di muovere la direzione delle proprie esportazioni dall' Europa verso la Cina. Non si puó dire lo stesso della comunitá europea che in questa guerra corporativa e oligarchica ne viene a risentire e molto. La riduzione delle esportazioni verso la Russia e le differenti rappresaglie portate avanti dalla Russia come risposta sono un problema che inizia a farsi sentire sull'economia europea.

Quindi la prossima volta che vedrai diminuire nuovamente il prezzo del petrolio potrai vedere come delle corporazioni di proprietá di famiglie estremamente ricche si possono permettere di perdere milioni di dollari al solo scopo di danneggiare un nemico geopolitico con l'intenzione di creare un cambio economico che aumenti ulteriormente il controllo energetico giá in loro possesso.

Updated 22-11-2014 at 00:01 by bracket

Categorie
Notizie

Comments